Ristoranti a New York

Ristoranti a New York
Ristoranti a New York
Rate this post

La prima cosa che senti dire, è che i ristoranti a New York sono particolarmente cari. Beh non sono voci di corridoio, è proprio vero. Parlando di ristoranti newyorkesi (escluso lo street food – cibo da strada, i fast food o le tavole calde) ovviamente non dobbiamo dimenticare che si tratta proprio di New York, la città che fa girare il mondo in fatto di trend. New York rappresenta un luogo di incontro tra mille risorse e in continua evoluzione: New York non tiene il passo, detta il ritmo.
Anche la cucina come la città stessa, è influenzata sin dall’epoca coloniale e con forte incremento dopo la guerra di secessione da centinaia di culture diverse. Proprio per questo motivo a New York si sono sviluppate pietanze veramente tipiche del luogo, combinando varietà delle cucine diverse.

Il migliore esempio sono probabilmente le uova alla Benedict, composte da un English Muffin, uovo in camicia, bacon canadese e salsa olandese (leggi anche la vera storia delle uova alla Benedict). New York rappresenta un luogo di incontro tra mille risorse e in continua evoluzione: New York non tiene il passo, detta il ritmo.

Eggs Benedict
Eggs Benedict

Riassumendo in breve, le più menzionate pietanze newyorkesi sono: l’Hot Dog, la New York Pizza (dal gusto nettamente diverso della pizza margherita italiana), le Eggs Benedict, la New York Clam Chowder (zuppa di vongole al pomodoro), il Prezel (solo d’aspetto molto simile al Brezel bavarese) e la New York Cheesecake.

I ristoranti a New York stellati

Tra i ristoranti a New York possiamo trovare la bellezza di 77 locali stellati Michelin, di cui 6 hanno tre stelle (vai alla lista dei ristoranti). Per farvi un paragone: a Milano di ristoranti stellati ce ne sono 17, invece ristoranti a tre stelle ce ne sono 8 in tutta Italia.

Come prenotare un tavolo in un ristorante a New York

Per mangiare in un ristorante a New York, date sempre per scontato che la prenotazione è d’obbligo. Tantissimi ristoranti sono prenotabili tramite OpenTable, un app comodissima che permette di scegliere, prenotare e gestire le prenotazioni dei ristoranti. Durante il processo di prenotazione è anche possibile inserire richieste particolari. Noi abbiamo prenotato tutti i ristoranti in questo modo che a New York risulta essere molto usuale. Di fatto non abbiamo avuto alcun problema. Anche i ristoranti partecipanti alla New York Restaurant Week sono prenotabili solo con OpenTable, in tale occasione sponsor dell’evento.

I prezzi e le mance

La mancia è da ritenere un obbligo. Il motivo è il salario minimo dei camerieri, che per sopravvivere devono integrare il reddito con le mance. Un servizio pessimo da luogo a mancia zero, dovrete in tal caso saper ben motivare la vostra decisione.

È d’uso comune dare un minimo del 15% per un servizio al minimo accettabilità fino ad un 20% per un servizio impeccabile. Noi abbiamo optato quasi sempre per un decente 18%, senza esagerare nel bene e nel male e poter tornare nello stesso locale senza che ti “spuntino nel piatto”.

Cosa forse meno nota è che i prezzi del menù non comprendono le tasse. Per semplificare vi indichiamo un esempio pratico:

Scontrino

Quindi il totale finale comprendente tasse e servizio è circa il 27% più alto dei prezzi sul menù.

Locali a New York famosi, perché unici nel loro genere

Gallagher’s Steakhouse Manhattan

Ristoranti a New York - Gallagher's - la cella frigorifera
Gallagher’s – la cella frigorifera

Il Gallagher’s Steak House è un locale incredibile arredato anni 30 e sito sulla W71St tra la 7a e l’8a. L’ingresso è formato a destra da un enorme cella frigorifera a vetrata contenente i tagli di carne per le famose “steak” tipiche del locale. Sulla sinistra un guardaroba tipo teatro con personale addetto al ritiro dei cappotti. Difronte il banco di accettazione.

Ambiente veramente retro-chic ed allo stesso tempo non penetrantemente formale, ma piacevole. La prima parte del locale interno prosegue con un ambiente bar, dove intorno ad un enorme bancone al centro della stanza, si possono gustare favolosi cocktail.

Gallagher's - l'area bar
Gallagher’s – l’area bar

Un addetto vi accoglierà e vi accompagnerà al vostro tavolo. Con un po’ di fortuna sarete poi serviti da un cameriere italiano vecchio stile, che vi illustrerà in modo impeccabile cosa propone la cucina. Il menù è molto vario e contiene prevalentemente cucina newyorkese.

Gallagher's - la sala
Gallagher’s – la sala

Oltre alle famose “steak” di vario genere, che vi spiegheranno al tavolo, preparano delle squisite pietanze di pesce, tra cui l’incredibile “lobster bisque”, una zuppa di aragosta che credetemi ne vale la pena assaggiare. In ogni caso cercate di tenervi un posticino per assaggiare la New York Cheesecake.

Gallagher'sLa cucina è completamente a vista. Due grandi forni alla brace sono utilizzati per cuocere la carne. Le materie prime sono presentate su banconi d’esposizione all’intero della cucina.

Gallagher's - la cucina
Gallagher’s – la cucina

È vivamente consigliato prenotare (tramite OpenTable). Noi abbiamo avuto la geniale idea di prenotare qualche mese prima, tanto è che quando eravamo lì, non c’erano tavoli liberi per tutta la settimana e ci saremmo persi questa bellissima esperienza.

The River Cafè

Ristoranti a New York- the River Cafè dentro
The River Cafè – la vista su Manhattan

Uno chef stellato per una cucina da sogno. Ma quello che veramente fa spiccare il “The River Cafè” è la sua posizione accanto al ponte di Brooklyn con vista su Manhattan. Sicuramente il più romantico dei ristoranti, ideale per una cena speciale.

The River Cafè - Duetto di fois gras
The River Cafè – Duetto di fois gras

Locale molto formale e frequentato da un pubblico esclusivo, assolutamente indispensabile la prenotazione (tramite OpenTable). Richiesto abbigliamento formale.

Il personale è estremamente cortese ma allo stesso tempo particolarmente distanziato e non si sofferma allargandosi in discorsi pittoreschi, dando un ulteriore touch di noblesse al locale.

The River Cafè - dessert
The River Cafè – dessert

Il menù è a prezzo fisso e comprende un antipasto o un primo a scelta, un secondo a scelta ed il dessert oppure una versione più ampia come menù degustazione. Il prezzo è particolarmente elevato, ma considerando l’unicità del luogo ne vale la pena.

Ristoranti a New York - the River Cafè
The River Cafè – l’ingresso del ristorante

Per chi volesse organizzare il pranzo o la cena di matrimonio al “the River Cafe” è bene sapere che non faranno entrare nella sala da pranzo alcun fotografo in rispetto della privacy degli altri ospiti presenti. Anche all’esterno del locale è comunque possibile scattare foto indimenticabili con la vista incredibile del luogo.

230 Fifth

230 Fifth
230 Fifth – vista sull’Empire State Building

Più che un ristorante, il 230 Fifth situato appunto al 230 della 5th Avenue, è un locale con vista mozzafiato sull’Empire State Building. Il menù è ridotto, il locale si appresta di più ad un aperitivo o dopocena, in quel caso sicuramente favoloso.

230 Fifth - il bancone bar
230 Fifth – il bancone bar

Ottimi cocktail, prezzi abbordabili considerando la posizione. Consigliamo di cercare su internet qualche coupon per il locale, noi abbiamo speso 50$ per la consumazione di 100$ – un affare.

In conclusione

I ristoranti a New York City ci sono circa 13.500, difficile considerarli tutti in un unico articolo. Questo post ha trattato l’approccio ai ristoranti newyorkesi. Nei prossimi post parleremo delle varie tipologie dei ristoranti. Sottoscrivi la newsletter per restare informato e non perdere nessun ristorante che merita.

Informazioni su Anna 37 Articoli
Mi chiamo Anna Scott e a differenza di quello che si può pensare, non sono un altra semplice travel-blogger ;-) Cosa amo fare nella vita? Viaggiare e conoscere il mondo, in particolare gli Stati Uniti, organizzare, scrivere, programmare, disegnare e creare grafiche. Il mio obiettivo è aiutare chi vuole fare una vacanza negli Stati Uniti, chi vuole sposarsi a New York oppure a Las Vegas e soprattutto chi vuole organizzare tutto da se ed è alla ricerca di informazioni utili. OVVIAMENTE MI SONO SPOSATA A NEW YORK :-) Scommetto che anche tu vuoi vivere alla grande, ma senza sperperare tempo e denaro :-D

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*